Il vostro partner non è serio nella vostra relazione? Ecco alcuni segnali che lo dimostrano

Al giorno d’oggi, molte relazioni iniziano attraverso le app, dopo aver affrontato innumerevoli prime chat con persone con cui non si arriva a nulla. Sono diventati popolari termini come goshting (sparire improvvisamente senza spiegazioni), come bloccare o non rispondere ai messaggi di una persona con cui si è avuto un qualche tipo di rapporto.

E anche breadcrumbing, che si riferisce a “lasciare briciole”. Si tratta di una persona che non ha intenzione di portare avanti la relazione, ma che ama ricevere attenzioni. L’aver subito questo tipo di atteggiamento nelle relazioni iniziali potrebbe lasciare un segno sotto forma di insicurezza e paura di ripetere la stessa cosa, a causa dell’ansia, dell’attaccamento, dell’abbandono, dell’impotenza o della rabbia provata nel vivere queste situazioni relazionali malsane.

Detto questo, diventa importante imparare a distinguere tra due scenari simili ma non uguali: il fatto che il partner non prenda sul serio la relazione o che, a causa di una mancanza di comunicazione unita a una ferita emotiva, il partner reagisca per paura evitando le situazioni.

Come afferma Ana Rojo Delgado, specialista in Politiche di uguaglianza e prevenzione della violenza di genere presso il Comune di Madrid, “la comunicazione è essenziale per generare legami attenti e sani, e quindi poter sapere se stiamo reagendo sulla base della paura”.

È importante distinguere tra la relazione che stiamo costruendo nell’incontro con l’altra persona e la relazione interna che costruiamo nella nostra testa, piena di proiezioni e paure derivanti da relazioni precedenti. Secondo Ana Rojo, sono tre i consigli da tenere a mente per sapere come distinguere e verificare se il partner sta prendendo sul serio la relazione:

Suggerimenti per evitare di commettere errori

1. Non date nulla per scontato. Fermatevi a osservare ciò che è accaduto, come lo avete interpretato e come vi siete sentiti. Potrebbero esserci altre opzioni nella mia interpretazione? Sto dando per scontato qualcosa che potrebbe essere altrimenti?

2. Chiedere conferma. Se avete dubbi sulla corretta interpretazione di alcuni segnali, è sempre meglio chiedere. Anche se la risposta non vi piace o non la ottenete, è sempre meglio sapere a che punto siete e a che punto è l’altra persona nella relazione, piuttosto che aspettare. Qualunque sia la risposta, o l’assenza di risposta, vi dà indizi su dove vi trovate.

3. Condividete ciò che sta accadendo con amici fidati. Sentire che non si è soli di fronte alle difficoltà relazionali e ascoltare altri punti di vista aiuta sempre a dare una prospettiva.

Tenendo presente quanto sopra, quali segnali possono indicare che c’è effettivamente uno squilibrio nel vostro modo di vivere la relazione? Sì, non è mai un buon momento per parlare di sentimenti. Il rispetto è molto importante in ogni relazione. Se avete bisogno di parlare per esprimere ciò che provate e ricevete un costante rifiuto o disinteresse, può essere un ostacolo difficile da superare.

Un altro segno è il comportamento irregolare e incoerente. Questo comportamento, per cui a volte lui o lei vi fa sentire benissimo e altre volte vi tratta con un evidente disinteresse, si ripete e non è ricambiato.

E infine, se sentite continuamente di dare di più. Sebbene sia nostra la responsabilità di quanto dare in una relazione, deve esserci un certo equilibrio. Quando si ha la costante sensazione di dare più di quanto si riceve e non si riesce a trovare un accordo quando se ne parla, bisogna valutare se si vuole mantenere una relazione su questa base.